Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Brindisi. Acque Chiare, terminate le operazioni di disinnesco e brillamento dell’ordigno bellico

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

BariLecceFoggiaTaranto

Brindisi

Sono terminate con successo nelle prime ore del pomeriggio di oggi, mercoledì 3 marzo 2021, le operazioni di disinnesco e brillamento dell’ordigno bellico segnalato alla Prefettura dalla locale Capitaneria di porto nella giornata di ieri e rinvenuto a Brindisi, in località Acque Chiare, nei pressi della “Spiaggia di Sciaia”, posizionato a terra, su una falesia alta circa 2 metri, a circa 5 metri dalla riva, probabilmente affiorata a seguito dell’erosione della costa, causata dal moto ondoso dei giorni scorsi. Il residuato bellico, una bomba da mortaio da 81 millimetri, è stato dapprima messo in sicurezza e, successivamente, fatto brillare in una cava in contrada Autigno, ad opera degli artificieri antisabotaggio del comando 11esimo (11°) Reggimento Genio Guastatori Foggia (Comando Forze Operative Sud di Napoli). Le operazioni sono state coordinate dalla Prefettura ed hanno visto la collaborazione del comando provinciale dei carabinieri, del comando polizia locale di Brindisi e della Croce Rossa Italiana.

Foto-Fonte: https://www.brindisireport.it/cronaca/brindisi-acque-chiare-terminate-operazioni-disinnesco-brillamento-ordigno-bellico.html

Valle d’AostaPiemonteLiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagnaToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
BOMBA 2-2