‘Via della Memoria’, grande apprezzamento per i video realizzati dagli studenti proiettati ad arte

Gremita la sala di Artè mercoledì scorso in occasione dell’iniziativa dedicata alla ‘Via della Memoria’ e, in particolare, ai documentari realizzati dagli studenti nell’ambito del progetto varato dall’amministrazione Del Ghingaro  per riscoprire e collegare i luoghi che sono stati teatro di eventi che hanno segnato in profondità la vita delle comunità capannoresi nel corso della…

‘Via della Memoria’, grande apprezzamento per i video realizzati dagli studenti proiettati ad arte

Gremita la sala di Artè mercoledì scorso in occasione dell’iniziativa dedicata alla ‘Via della Memoria’ e, in particolare, ai documentari realizzati dagli studenti nell’ambito del progetto varato dall’amministrazione Del Ghingaro  per riscoprire e collegare i luoghi che sono stati teatro di eventi che hanno segnato in profondità la vita delle comunità capannoresi nel corso della…

Ritrovato un ordigno bellico della seconda guerra mondiale al parco di San Rossore

Giovedì 1° Maggio, all’interno della Tenuta di San Rossore, nel Parco regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli, è stato ritrovato un ordigno bellico, probabilmente risalente alla Seconda guerra mondiale. Nel pomeriggio alcune persone che sostavano in prossimità dei prati Cascine Nuove, storicamente utilizzati per picnic e relax all’aria aperta e da sempre affollatissimi, come…

Ritrovato un ordigno bellico della seconda guerra mondiale al parco di San Rossore

Giovedì 1° Maggio, all’interno della Tenuta di San Rossore, nel Parco regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli, è stato ritrovato un ordigno bellico, probabilmente risalente alla Seconda guerra mondiale. Nel pomeriggio alcune persone che sostavano in prossimità dei prati Cascine Nuove, storicamente utilizzati per picnic e relax all’aria aperta e da sempre affollatissimi, come…

Alsazia: ogni anno vengono trovate e smaltite 20 tonnellate di residuati bellici

01/05/2014 Alsazia. Ai piedi dei monti Vosgi Hartmannswillerkopf durante la prima guerra mondiale truppe francesi e tedesche sono state impegnate in tremende e sanguinose battaglie. Attualmente gruppi di bonificatori (demineur) si occupano dell’area ribattezzata “Vieil-Armand da Hairy”. Il capo nucleo al giornalista della République racconta parte della propria esperienza:  “La Prima Guerra Mondiale è stata un…

Alsazia: ogni anno vengono trovate e smaltite 20 tonnellate di residuati bellici

01/05/2014 Alsazia. Ai piedi dei monti Vosgi Hartmannswillerkopf durante la prima guerra mondiale truppe francesi e tedesche sono state impegnate in tremende e sanguinose battaglie. Attualmente gruppi di bonificatori (demineur) si occupano dell’area ribattezzata “Vieil-Armand da Hairy”. Il capo nucleo al giornalista della République racconta parte della propria esperienza:  “La Prima Guerra Mondiale è stata un…

Rivive il ricordo di Antonietta uccisa a nove anni dai nazisti

di Luca FiorinEra morta il 26 aprile 1945, il giorno dopo la Liberazione dai nazifascisti, uccisa a soli 9 anni di età da un proiettile vagante sparato nel corso di uno scontro fra partigiani e tedeschi in fuga. Ora, a 69 anni da quel drammatico episodio, a quell’inconsapevole ultima vittima della seconda guerra mondiale a Veronella…

Museo De Henriquez, finalmente il primo assaggio

di Gabriella Ziani L’obice da 30 tonnellate che era capace di lanciare un proiettile di 200 chili è stato riportato a lustro anche da mani femminili, dalle giovani restauratrici all’opera sui macchinari di guerra che diventeranno (ma non ancora) il famoso Museo della pace e della guerra Diego de Henriquez che viaggia, come i treni,…

Rivive il ricordo di Antonietta uccisa a nove anni dai nazisti

di Luca Fiorin Era morta il 26 aprile 1945, il giorno dopo la Liberazione dai nazifascisti, uccisa a soli 9 anni di età da un proiettile vagante sparato nel corso di uno scontro fra partigiani e tedeschi in fuga. Ora, a 69 anni da quel drammatico episodio, a quell’inconsapevole ultima vittima della seconda guerra mondiale a…

Museo De Henriquez, finalmente il primo assaggio

di Gabriella Ziani L’obice da 30 tonnellate che era capace di lanciare un proiettile di 200 chili è stato riportato a lustro anche da mani femminili, dalle giovani restauratrici all’opera sui macchinari di guerra che diventeranno (ma non ancora) il famoso Museo della pace e della guerra Diego de Henriquez che viaggia, come i treni,…

BOMBARDAMENTO BREDA: 70ESIMO ANNIVERSARIO AL PARCO NORD

di Andrea GuerraNORDMILANO – In occasione del settantesimo anniversario del bombardamento della Breda durante la seconda guerra mondiale il Parco Nord darà vita a una serie di iniziative per ricordare quei momenti drammatici e incancellabili. Era il 30 aprile del 1944 quando, alle 11.38, suonò l’allarme dell’attacco aereo dalle forze alleate. Pochi minuti dopo caddero le…

BOMBARDAMENTO BREDA: 70ESIMO ANNIVERSARIO AL PARCO NORD

di Andrea Guerra NORDMILANO – In occasione del settantesimo anniversario del bombardamento della Breda durante la seconda guerra mondiale il Parco Nord darà vita a una serie di iniziative per ricordare quei momenti drammatici e incancellabili. Era il 30 aprile del 1944 quando, alle 11.38, suonò l’allarme dell’attacco aereo dalle forze alleate. Pochi minuti dopo caddero…

Campagna d’informazione sul pericolo dei residuati bellici in Romania e Moldavia

Il Ministro della Difesa della Romania l’undici aprile ha lanciato la propria campagna informativa a proposito del pericolo prodotto dai residuati bellici delle guerre del secolo trascorso. I militari, per esempio saranno impegnati, anche attraverso opuscoli informativi, a spiegare agli studenti delle scuole come comportarsi in presenza di un residuato bellico. È già pronto uno…

Campagna d’informazione sul pericolo dei residuati bellici in Romania e Moldavia

Il Ministro della Difesa della Romania l’undici aprile ha lanciato la propria campagna informativa a proposito del pericolo prodotto dai residuati bellici delle guerre del secolo trascorso. I militari, per esempio saranno impegnati, anche attraverso opuscoli informativi, a spiegare agli studenti delle scuole come comportarsi in presenza di un residuato bellico. È già pronto uno…

L’Aquila scoperte 3 bombe inesplose a Paganica e Monticchio. Si attendono gli artificieri

di  Alessandro Tettamanti Tre bombe  inesplose, riasalenti alla seconda guerra mondiale, sono state scoperte ieri all’Aquila all’interno di strutture inagibili a causa del terremoto del 2009, nelle frazioni di Paganica e Monticchio. Tutti e tre gli ordini sono satti valutati di rilevante potenza e per questo gli agenti della Squadra volante della questura, in attesa dell’arrivo degli…

L’Aquila scoperte 3 bombe inesplose a Paganica e Monticchio. Si attendono gli artificieri

di  Alessandro Tettamanti Tre bombe  inesplose, riasalenti alla seconda guerra mondiale, sono state scoperte ieri all’Aquila all’interno di strutture inagibili a causa del terremoto del 2009, nelle frazioni di Paganica e Monticchio. Tutti e tre gli ordini sono satti valutati di rilevante potenza e per questo gli agenti della Squadra volante della questura, in attesa dell’arrivo degli…

Russia, dieci morti in incendio deposito munizioni

Mosca, 30 apr. (TMNews) – La Siberia orientale e l’estremo oriente russo sono devastati dagli incendi che hanno mandato in fumo 70.000 ettari di foresta. Le esplosioni nei vari deposti di munizioni sparsi in tutta la Russia, che spesso custodiscono esplosivi fuori uso risalenti alla guerra Fredda, sono relativamente frequenti a causa delle infrastrutture decrepite…

30 aprile 1944: Alessandria sotto i bombardamenti

ALESSANDRIA – Era la domenica dell’Ascensione, il 30 aprile 1944, quando poco dopo mezzogiorno la città subì il primo grande bombardamento della Seconda Guerra Mondiale. “Incursione terroristica su Alessandria” titolava in prima pagina La Stampa del 2 maggio. Il Piccolonell’edizione dell’8 maggio lo definì “battesimo del sangue”. Gli aerei quadrimotori alleati colpirono il centro urbano danneggiando gravemente i quartieri…

Russia, dieci morti in incendio deposito munizioni

Mosca, 30 apr. (TMNews) – La Siberia orientale e l’estremo oriente russo sono devastati dagli incendi che hanno mandato in fumo 70.000 ettari di foresta. Le esplosioni nei vari deposti di munizioni sparsi in tutta la Russia, che spesso custodiscono esplosivi fuori uso risalenti alla guerra Fredda, sono relativamente frequenti a causa delle infrastrutture decrepite…

30 aprile 1944: Alessandria sotto i bombardamenti

ALESSANDRIA – Era la domenica dell’Ascensione, il 30 aprile 1944, quando poco dopo mezzogiorno la città subì il primo grande bombardamento della Seconda Guerra Mondiale. “Incursione terroristica su Alessandria” titolava in prima pagina La Stampa del 2 maggio. Il Piccolonell’edizione dell’8 maggio lo definì “battesimo del sangue”. Gli aerei quadrimotori alleati colpirono il centro urbano danneggiando gravemente i quartieri…

Dal Setta a Vado riaffiora ‘un triste ricordo di guerra’.

di Francesco Fabbriani Salto nel passato per i residenti di Vado: il primo giugno prossimo quando suonerà ‘l’allarme aereo’   la frazione dovrà essere evacuata per lasciare posto agli artificieri. I militari hanno avuto  il compito di ingabbiare, portare a distanza di sicurezza e far brillare una bomba d’aereo rinvenuta nell’alveo del fiume Setta.    L’ordigno, del peso di…

Dal Setta a Vado riaffiora ‘un triste ricordo di guerra’.

di Francesco Fabbriani Salto nel passato per i residenti di Vado: il primo giugno prossimo quando suonerà ‘l’allarme aereo’   la frazione dovrà essere evacuata per lasciare posto agli artificieri. I militari hanno avuto  il compito di ingabbiare, portare a distanza di sicurezza e far brillare una bomba d’aereo rinvenuta nell’alveo del fiume Setta.    L’ordigno, del peso di…

DUE MILIONI DI ORDIGNI CHIMICI NEL MAR BALTICO: LA SOLUZIONE ? UN ROBOT ARTIFICIERE…!

Adriatico non solo, infatti anche l’ultimo dossier giornalistico (Rüdiger Schacht / Elizabeth Stasik) conferma che le acque del Mar Baltico siano affondate tonnellate e tonnellate di residuati bellici del tipo chimico alcuni dei quali quali continuerebbero a riversare nel mare i loro veleni. Sulle coste tedesche, riferisce Claus Böttcher dal Ministero della Protezione Ambientale, annualmente,…

DUE MILIONI DI ORDIGNI CHIMICI NEL MAR BALTICO: LA SOLUZIONE ? UN ROBOT ARTIFICIERE…!

Adriatico non solo, infatti anche l’ultimo dossier giornalistico (Rüdiger Schacht / Elizabeth Stasik) conferma che le acque del Mar Baltico siano affondate tonnellate e tonnellate di residuati bellici del tipo chimico alcuni dei quali quali continuerebbero a riversare nel mare i loro veleni. Sulle coste tedesche, riferisce Claus Böttcher dal Ministero della Protezione Ambientale, annualmente,…

Potente ordigno fatto brillare dagli artificieri

Gli artificieri, giunti questa mattina a San Felice Circeo, hanno fatto brillare l’ordigno militare rinvenuto qualche giorno fa in via IV novembre.  A segnalare la presenza della “bomba”,  piccola ma di carica elevata, erano stati i carabinieri della locale stazione che si erano rivolti al Comune per  transennare l’area. All’esplosione controllata dell’ordigno, presumibilmente risalente al…

Potente ordigno fatto brillare dagli artificieri

Gli artificieri, giunti questa mattina a San Felice Circeo, hanno fatto brillare l’ordigno militare rinvenuto qualche giorno fa in via IV novembre.  A segnalare la presenza della “bomba”,  piccola ma di carica elevata, erano stati i carabinieri della locale stazione che si erano rivolti al Comune per  transennare l’area. All’esplosione controllata dell’ordigno, presumibilmente risalente al…

Vende online una bomba a mano, agente si presenta all’incontro e l’arresta

Una bomba a mano in vendita a cento euro trattabili sul sito di annunci online Kijiji, con ritiro a Roma o con spedizione. E con tanto di foto dell’ordigno in questione e i recapiti dell’inserzionista. È quanto ha scoperto la polizia della divisione polizia amministrativa e sociale della questura della Capitale, che ha arrestato un 42enne…

Vende online una bomba a mano, agente si presenta all’incontro e l’arresta

Una bomba a mano in vendita a cento euro trattabili sul sito di annunci online Kijiji, con ritiro a Roma o con spedizione. E con tanto di foto dell’ordigno in questione e i recapiti dell’inserzionista. È quanto ha scoperto la polizia della divisione polizia amministrativa e sociale della questura della Capitale, che ha arrestato un 42enne…

L’EX ARTIFICERE CORRADO LOIACONO SPIEGA I PERICOLI PRODOTTI DAI RESIDUATI BELLICI

Le guerre del secolo scorso lasciano il sottosuolo nazionale colmo di ordigni inesplosi. Bombe d’aereo lasciate precipitare su grandi o piccole città o nei siti allora militarmente tattici come ponti ferroviari, stradali, industrie belliche. Dopo gli sbarchi in Sicilia, Salerno, Anzio, l’Italia si colma di altri residuati bellici: granate di ogni specie e calibro. Ma…

L’EX ARTIFICERE CORRADO LOIACONO SPIEGA I PERICOLI PRODOTTI DAI RESIDUATI BELLICI

Le guerre del secolo scorso lasciano il sottosuolo nazionale colmo di ordigni inesplosi. Bombe d’aereo lasciate precipitare su grandi o piccole città o nei siti allora militarmente tattici come ponti ferroviari, stradali, industrie belliche. Dopo gli sbarchi in Sicilia, Salerno, Anzio, l’Italia si colma di altri residuati bellici: granate di ogni specie e calibro. Ma…

Lumezzane, bomba americana fatta brillare

(red.) Sono passati ormai 70 anni, ma secondo gli artificieri poteva essere ancora pericolosa.  Per questo lunedì mattina gli specialisti del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona sono intervenuti a Lumezzane, proprio sotto il ponte del Passo del Cavallo e – dopo aver messo in sicurezza l’area con 300 metri di diametro – l’hanno fatta brillare.Si trattava di una granata d’artiglieria da 75 mm di fabbricazioneamericana, precipitata…

Lumezzane, bomba americana fatta brillare

(red.) Sono passati ormai 70 anni, ma secondo gli artificieri poteva essere ancora pericolosa.  Per questo lunedì mattina gli specialisti del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona sono intervenuti a Lumezzane, proprio sotto il ponte del Passo del Cavallo e – dopo aver messo in sicurezza l’area con 300 metri di diametro – l’hanno fatta brillare.Si trattava di una granata d’artiglieria da 75 mm di fabbricazioneamericana, precipitata…

Foto e video della conferenza stampa campagna sensibilizzazione sul tema ordigni inesplosi promossa dall’ANVCG del 3/4/2014

Colonnello Lucio Eugenio Cannarile Comandante Decimo Reparto Infrastrutture Napoli  Intervento del Vicepresidente al Senato Valeria Vitale Avvocato Giuseppe Castronovo Presidente ANVCG  E Nicolas testimonial della campagna di sensibilizzazione   Modera la conferenza stampa il giornalista Michele Cucuzza Intervento del Sotto Segretario alla Difesa Gioacchino Alfano Giovanni Lafirenze autore De Schegge Assassine membro ANVCG I VIDEO  

Foto e video della conferenza stampa campagna sensibilizzazione sul tema ordigni inesplosi promossa dall’ANVCG del 3/4/2014

Colonnello Lucio Eugenio Cannarile Comandante Decimo Reparto Infrastrutture Napoli  Intervento del Vicepresidente al Senato Valeria Vitale Avvocato Giuseppe Castronovo Presidente ANVCG  E Nicolas testimonial della campagna di sensibilizzazione   Modera la conferenza stampa il giornalista Michele Cucuzza Intervento del Sotto Segretario alla Difesa Gioacchino Alfano Giovanni Lafirenze autore De Schegge Assassine membro ANVCG I VIDEO  

Alessandria: quella tragica domenica del 30 aprile ’44

di Renzo Penna Il 30 aprile del 1944 – 70 anni fa – cadeva di domenica, in tutte le chiese di fede cristiana si celebrava la festa dell’Ascensione ed era una limpida giornata di sole. La ricorda come se fosse oggi la signora Carla, che all’epoca aveva 11 anni. Nella scuola Carlo Zanzi del suo quartiere, il Cristo, frequentava, infatti,…

Bombaday after. «Altre ‘Old Lady’? Non lo escludo, ne sono cadute 4»

VICENZA. La bomba è stata neutralizzata. Quel maxi-ordigno da 4 mila libbre al momento è solo un grande contenitore vuoto che resta inerte alla cava di Orgiano e che con ogni probabilità finirà in un museo. La paura dunque è passata. Anche se in realtà non tutti i timori sono stati disinnescati all’ex aeroporto Dal Molin….

RESIDUATI BELLICI IN SICILIA

Nel comune di Novara di Sicilia (ME) sono stati rinvenuti due ordigni bellici inesplosi risalenti al secondo conflitto mondiale.I residuati, due bombe da mortaio da 8 cm di nazionalità tedesca,  sono stati distrutti da personale specializzato del nucleo EOD (Explosive Ordnance Disposal) appartenenti al 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo, della Brigata “Aosta”.Le capacità tecniche…

Alessandria: quella tragica domenica del 30 aprile ’44

di Renzo Penna Il 30 aprile del 1944 – 70 anni fa – cadeva di domenica, in tutte le chiese di fede cristiana si celebrava la festa dell’Ascensione ed era una limpida giornata di sole. La ricorda come se fosse oggi la signora Carla, che all’epoca aveva 11 anni. Nella scuola Carlo Zanzi del suo quartiere, il Cristo, frequentava, infatti,…

Bombaday after. «Altre ‘Old Lady’? Non lo escludo, ne sono cadute 4»

VICENZA. La bomba è stata neutralizzata. Quel maxi-ordigno da 4 mila libbre al momento è solo un grande contenitore vuoto che resta inerte alla cava di Orgiano e che con ogni probabilità finirà in un museo. La paura dunque è passata. Anche se in realtà non tutti i timori sono stati disinnescati all’ex aeroporto Dal Molin….

RESIDUATI BELLICI IN SICILIA

Nel comune di Novara di Sicilia (ME) sono stati rinvenuti due ordigni bellici inesplosi risalenti al secondo conflitto mondiale.I residuati, due bombe da mortaio da 8 cm di nazionalità tedesca,  sono stati distrutti da personale specializzato del nucleo EOD (Explosive Ordnance Disposal) appartenenti al 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo, della Brigata “Aosta”.Le capacità tecniche…

Gli artificieri fanno brillare una bomba vicino alle piste da sci

G. OR. ALAGNA Un ordigno bellico è stato fatto brillare questa mattina ad Alagna. La bomba è stata fatta esplodere dagli artificieri dell’Esercito, nei pressi delle piste da sci, sopra l’abitato. Si tratterebbe di un ordigno risalente alla Seconda guerra mondiale, rinvenuto nella località walser.  Sul posto, oltre al reparto specializzato dell’Esercito, anche i carabinieri…

Gli artificieri fanno brillare una bomba vicino alle piste da sci

G. OR. ALAGNA Un ordigno bellico è stato fatto brillare questa mattina ad Alagna. La bomba è stata fatta esplodere dagli artificieri dell’Esercito, nei pressi delle piste da sci, sopra l’abitato. Si tratterebbe di un ordigno risalente alla Seconda guerra mondiale, rinvenuto nella località walser.  Sul posto, oltre al reparto specializzato dell’Esercito, anche i carabinieri…

Ordigno bellico sparito da spiaggia

E’ introvabile, al momento, l’ordigno bellico che era stato scoperto sabato sulla spiaggia di Grisolia e che poi le onde del mare hanno nuovamente fatto sparire. Secondo quanto si è appreso, alcuni giovani del luogo, con un fuoristrada, si erano accorti di aver urtato, sulla spiaggia, qualcosa di grande. Tornati indietro, avevano scoperto un oggetto…

Ordigno bellico sparito da spiaggia

E’ introvabile, al momento, l’ordigno bellico che era stato scoperto sabato sulla spiaggia di Grisolia e che poi le onde del mare hanno nuovamente fatto sparire. Secondo quanto si è appreso, alcuni giovani del luogo, con un fuoristrada, si erano accorti di aver urtato, sulla spiaggia, qualcosa di grande. Tornati indietro, avevano scoperto un oggetto…

“Adottata” la lapide commemorativa dei cinque ragazzi uccisi da un ordigno bellico

Questa mattina gli alunni dell’istituto comprensivo ‘Ilio Micheloni’ di Lammari-Marlia hanno ‘adottato’ alla chiesa di San Cristoforo a Lammari la lapide commemorativa dei cinque ragazzi che il 27 aprile 1944 rimasero uccisi giocando con un ordigno bellico inesploso. Si tratta di uno dei numerosi episodi che durante e dopo la guerra provocarono un elevato numero…

“Adottata” la lapide commemorativa dei cinque ragazzi uccisi da un ordigno bellico

Questa mattina gli alunni dell’istituto comprensivo ‘Ilio Micheloni’ di Lammari-Marlia hanno ‘adottato’ alla chiesa di San Cristoforo a Lammari la lapide commemorativa dei cinque ragazzi che il 27 aprile 1944 rimasero uccisi giocando con un ordigno bellico inesploso. Si tratta di uno dei numerosi episodi che durante e dopo la guerra provocarono un elevato numero…

Montone, trova una bomba mentre lavora nell’orto

Montone, 28 aprile 2014 – Deve essere preso un accidente a Rodorico Poleri Alunno, che la mattina del 25 Aprile scorso, lavorando nell’orto di casa, ha rivenuto un ordigno risalente alla seconda guerra mondiale. A darne notizia il sindaco di Montone Mariano Tirimagni, che sulla sua pagina Facebook ha postato la foto della bomba: «probabilmente…

Montone, trova una bomba mentre lavora nell’orto

Montone, 28 aprile 2014 – Deve essere preso un accidente a Rodorico Poleri Alunno, che la mattina del 25 Aprile scorso, lavorando nell’orto di casa, ha rivenuto un ordigno risalente alla seconda guerra mondiale. A darne notizia il sindaco di Montone Mariano Tirimagni, che sulla sua pagina Facebook ha postato la foto della bomba: «probabilmente…

Grisolia l’ordigno nuovamente a mare.

Il27Aprile a Grisolia un uomo passeggiando sulla spiagge vede una bomba, forse risalente alla guerra mondiale. Allerta le autorità del luogo. Queste giungono sul posto, isolano l’area e informano la prefettura. Nella notte, chissà, il maltempo un’onda trascina nuovamente la bomba in acqua. A questo punto dell’Esercito saranno sostituiti dai nuclei Sdai della Marina Militare….

Quando il promontorio fu piegato dai bombardamenti del 28 aprile 1944

di Renzo Wongher STEFANO. 28 Aprile 1944: sono trascorsi 69 anni, ma ancora i santostefanesi superstiti della generazione nata nei primi anni ’30 ( e precedenti) portano impresso nella loro mente il ricordo di quella giornata di fuoco, quando l’Argentario sembrò un vulcano in eruzione: lampi accecanti, esplosioni violentissime, colonne di fumo, trasformarono il versante nord del…