ESPLODE ORDIGNO BELLICO 23ENNE PERDE UNA GAMBA

PEDEROBBA – A causa delle gravi lesioni riportate sparandosi accidentalmente con un’arma, residuato bellico della seconda guerra mondiale, ha subito l’amputazione dell’arto. Troppo grave la ferita riportata ieri da un operaio 23enne di Cittadella, appassionato di rievocazioni storiche. L’episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio mentre il giovane si trovava a Pederobba, nell’abitazione di un collezionista…

ESPLODE ORDIGNO BELLICO 23ENNE PERDE UNA GAMBA

PEDEROBBA – A causa delle gravi lesioni riportate sparandosi accidentalmente con un’arma, residuato bellico della seconda guerra mondiale, ha subito l’amputazione dell’arto. Troppo grave la ferita riportata ieri da un operaio 23enne di Cittadella, appassionato di rievocazioni storiche. L’episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio mentre il giovane si trovava a Pederobba, nell’abitazione di un collezionista…

Pederobba, ragazzo di Cittadella si ferisce con ordigno bellico

Un operaio di 23 anni di Cittadella si trova ricoverato all’ospedale di Montebelluna, provincia di Treviso, con una grave ferita a una gamba. A provocarla un “Panzerfaust” risalente alla seconda guerra mondiale. Domenica pomeriggio il giovane si trovava con alcuni amici a casa di un collezionista di reperti bellici, a Pederobba. Il gruppo, appassionato di…

Pederobba, ragazzo di Cittadella si ferisce con ordigno bellico

Un operaio di 23 anni di Cittadella si trova ricoverato all’ospedale di Montebelluna, provincia di Treviso, con una grave ferita a una gamba. A provocarla un “Panzerfaust” risalente alla seconda guerra mondiale. Domenica pomeriggio il giovane si trovava con alcuni amici a casa di un collezionista di reperti bellici, a Pederobba. Il gruppo, appassionato di…

Disinnescato l’ordigno bellico della Seconda guerra mondiale

Massa, 19 maggio 2013 – Si sono concluse con successo le operazioni per disinnescare una bomba aerea ritrovata da un operaio del Pignone di Massa sotterrata in uno dei piazzali della fabbrica. La zona circostante e’ stata isolata nel raggio di 500 metri, 204 le persone evacuate. Le operazioni sono durate dalle 8 alle 10…

Disinnescato l’ordigno bellico della Seconda guerra mondiale

Massa, 19 maggio 2013 – Si sono concluse con successo le operazioni per disinnescare una bomba aerea ritrovata da un operaio del Pignone di Massa sotterrata in uno dei piazzali della fabbrica. La zona circostante e’ stata isolata nel raggio di 500 metri, 204 le persone evacuate. Le operazioni sono durate dalle 8 alle 10…

Dai fondali di Porto Badisco riemergono ordigni bellici. Pronta la bonifica.

PORTO BADISCO (Otranto) – Chi confidava nel bel tempo e nella possibilità di scendere alle cosiddette “Tagliate” di Porto Badisco per questa domenica dovrà mettere da parte le proprie attese: sono, infatti, in preparazione le operazioni di bonifica delle limpide acque della marina di Otranto: ieri mattina, infatti, gli agenti della polizia municipale della città dei Martiri hanno…

Dai fondali di Porto Badisco riemergono ordigni bellici. Pronta la bonifica.

PORTO BADISCO (Otranto) – Chi confidava nel bel tempo e nella possibilità di scendere alle cosiddette “Tagliate“ di Porto Badisco per questa domenica dovrà mettere da parte le proprie attese: sono, infatti, in preparazione le operazioni di bonifica delle limpide acque della marina di Otranto: ieri mattina, infatti, gli agenti della polizia municipale della città dei Martiri hanno…

Ordigno bellico, domenica duecento sfollati e due ore di stop dei treni

Massa, 17 maggio 2013 – Domenica mattina, dalle 8.30 alle 10 sarà sospesa la circolazione ferroviaria tra Massa e Sarzana, lungo la linea Tirrenica, per le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico della Seconda guerra mondiale, ritrovato nel comune di Massa, più o meno a metà tra Massa e Marina di Massa. Ferrovie dello Stato nè dà…

Ordigno bellico, domenica duecento sfollati e due ore di stop dei treni

Massa, 17 maggio 2013 – Domenica mattina, dalle 8.30 alle 10 sarà sospesa la circolazione ferroviaria tra Massa e Sarzana, lungo la linea Tirrenica, per le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico della Seconda guerra mondiale, ritrovato nel comune di Massa, più o meno a metà tra Massa e Marina di Massa. Ferrovie dello Stato nè dà…

Rinvenuta una granata, i guastatori la fanno brillare

Val di Magra – Val di Vara – I militari del 32esimo reggimento Genio “Guastatori” di Torino hanno fatto brillare ieri mattina un residuato bellico della Seconda Guerra Mondiale, rinvenuto casualmente da un pensionato lo scorso 2 maggio in un terreno di sua proprietà a Valdipino, nel comune di Riccò del Golfo. Trattasi di un…

Rinvenuta una granata, i guastatori la fanno brillare

Val di Magra – Val di Vara – I militari del 32esimo reggimento Genio “Guastatori” di Torino hanno fatto brillare ieri mattina un residuato bellico della Seconda Guerra Mondiale, rinvenuto casualmente da un pensionato lo scorso 2 maggio in un terreno di sua proprietà a Valdipino, nel comune di Riccò del Golfo. Trattasi di un…

Reperti bellici della Grande Guerra

Gli oggetti, i reperti, i cimeli della prima guerra mondiale sono elementi tangibili e a loro modo emblematici di uno dei periodi più tragici e, allo stesso tempo, più entusiasmanti della nostra storia recente. Il campionario raccolto in questi anni dal vestonese Carlo Zani, Alpino e figlio di un Alpino reduce della Grande Guerra, pur…

Nessun pericolo La bomba è “vuota”

La bomba trovata da un cercatore di asparagi a Monte Argentario, nella località detta “Darsena”, non sarà più fatta esplodere: l’ordigno infatti è del tutto innocuo, privo di materiale esplosivo e pericoloso. Nessun disagio, dunque, per la popolazione, nessuna procedura di evacuazione sarà messa in atto in zona come invece successo nel caso precedente. Qualche…

Reperti bellici della Grande Guerra

Gli oggetti, i reperti, i cimeli della prima guerra mondiale sono elementi tangibili e a loro modo emblematici di uno dei periodi più tragici e, allo stesso tempo, più entusiasmanti della nostra storia recente. Il campionario raccolto in questi anni dal vestonese Carlo Zani, Alpino e figlio di un Alpino reduce della Grande Guerra, pur…

Nessun pericolo La bomba è “vuota”

La bomba trovata da un cercatore di asparagi a Monte Argentario, nella località detta “Darsena”, non sarà più fatta esplodere: l’ordigno infatti è del tutto innocuo, privo di materiale esplosivo e pericoloso. Nessun disagio, dunque, per la popolazione, nessuna procedura di evacuazione sarà messa in atto in zona come invece successo nel caso precedente. Qualche…

SCAVI IN UN CANTIERE DI VIA MAGGIOR PIOVESANA, SPUNTA UNA BOMBA

CONEGLIANO – Un ordigno bellico risalente alla prima guerra mondiale, una bomba lunga 80 centimetri e 20 cm di diametro, è stato ritrovato poco dopo le 19 presso un cantiere edile di via Maggior Piovesana. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona che è stata delimitata e…

SCAVI IN UN CANTIERE DI VIA MAGGIOR PIOVESANA, SPUNTA UNA BOMBA

CONEGLIANO – Un ordigno bellico risalente alla prima guerra mondiale, una bomba lunga 80 centimetri e 20 cm di diametro, è stato ritrovato poco dopo le 19 presso un cantiere edile di via Maggior Piovesana. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona che è stata delimitata e…

Motta S. Lucia, si lavora per disinnescare la bomba Ordigno da 200 chili di peso per 100 di esplosivo

di FRANCESCO RIDOLFI MOTTA SANTA LUCIA – La bomba scoperta negli scorsi giorni da un graduato dell’Esercito originario proprio di Motta Santa Lucia, Antonello Aiello, durante una escursione nei boschi dell’area circostante il paese è tutt’altro che un semplice residuato bellico. Come rilevato, infatti, dagli esperti del Genio guastatori di Castrovillari, facenti parte dell’XI reggimento…

Ordigno bellico a Villa Doria

Genova – Una bomba a mano della Seconda guerra mondiale è spuntata fuori oggi pomeriggio da un campo all’interno di Villa Doria, in piazza Bonavino. L’allarme è stato lanciato dai funzionari comunali dopo la segnalazione di un passante. Secondo quanto accertato dagli artificieri, l’ordigno, rimasto sepolto sotto terra per più di settant’anni, non conteneva esplosivo…

Motta S. Lucia, si lavora per disinnescare la bomba Ordigno da 200 chili di peso per 100 di esplosivo

di FRANCESCO RIDOLFI MOTTA SANTA LUCIA – La bomba scoperta negli scorsi giorni da un graduato dell’Esercito originario proprio di Motta Santa Lucia, Antonello Aiello, durante una escursione nei boschi dell’area circostante il paese è tutt’altro che un semplice residuato bellico. Come rilevato, infatti, dagli esperti del Genio guastatori di Castrovillari, facenti parte dell’XI reggimento…

Ordigno bellico a Villa Doria

Genova – Una bomba a mano della Seconda guerra mondiale è spuntata fuori oggi pomeriggio da un campo all’interno di Villa Doria, in piazza Bonavino. L’allarme è stato lanciato dai funzionari comunali dopo la segnalazione di un passante. Secondo quanto accertato dagli artificieri, l’ordigno, rimasto sepolto sotto terra per più di settant’anni, non conteneva esplosivo…

Vecchio proiettile d’artiglieria spunta in un campo di Lecce NEI MARSI

LECCE NEI MARSI. Ritrovato in un campo tra Gioia dei Marsi e Lecce nei Marsi un ordigno inesploso della Seconda guerra mondiale. Si tratta di un proiettile d’artiglieria pesante, che è stato rinvenuto per caso da un passante in località “Sant’Antonio”, nel territorio del Comune di Lecce. L’uomo, che ha riconosciuto l’ordigno, ha subito allertato…

Vecchio proiettile d’artiglieria spunta in un campo di Lecce NEI MARSI

LECCE NEI MARSI. Ritrovato in un campo tra Gioia dei Marsi e Lecce nei Marsi un ordigno inesploso della Seconda guerra mondiale. Si tratta di un proiettile d’artiglieria pesante, che è stato rinvenuto per caso da un passante in località “Sant’Antonio”, nel territorio del Comune di Lecce. L’uomo, che ha riconosciuto l’ordigno, ha subito allertato…

Conflenti: Il sindaco Paola ringrazia comandante Citino per ritrovamento e disinnesco ordigno bellico

Pubblichiamo la lettera che il sindaco di Conflenti Giovanni Paola ha inviato al comandante dei carabinieri Leonardo Citino “Gentilissimo signor Comandante,  esprimo le più vive felicitazioni per la recente operazione di ritrovamento, sul vicino territorio di Motta Santa Lucia, dell’ordigno bellico risalente al secondo conflitto mondiale e per le successive manovre di disinnesco dello stesso,…

Conflenti: Il sindaco Paola ringrazia comandante Citino per ritrovamento e disinnesco ordigno bellico

Pubblichiamo la lettera che il sindaco di Conflenti Giovanni Paola ha inviato al comandante dei carabinieri Leonardo Citino “Gentilissimo signor Comandante,  esprimo le più vive felicitazioni per la recente operazione di ritrovamento, sul vicino territorio di Motta Santa Lucia, dell’ordigno bellico risalente al secondo conflitto mondiale e per le successive manovre di disinnesco dello stesso,…

Alza una tegola e trova la granata, era in Certosa da settant’anni

Di  ALESSANDRO CORIEra lì, nascosta tra due tegole di un tetto della Certosa da settant’anni ma nessuno se n’era mai accorto: fino a giovedì mattina quando un operaio che stava facendo le pulizie l’ha notata. Una piccola granata da mortaio “Brixia”, risalente alla Seconda guerra Mondiale, è stata scoperta all’interno del cimitero. Probabilmente l’operaio non…

Fatte brillare le bombe

 Di Francesco MacalusoCAVALLINO. Artificieri all’opera ieri lungo il canale Casson per far brillare ordigni risalenti alla Seconda guerra mondiale. La segnalazione della presenza delle bombe era partita più di un anno fa dai residenti che, in occasione della bassa marea, avvistavano gli ordigni coperti dalla melma. Nei giorni scorsi una serie di opere lungo il…

Bomba della II Guerra Mondiale all’Alpe Pala

Ordigno bellico rinvenuto all’alpe Pala, sopra Piancavallo. Si tratterebbe di una bomba risalente alla II Guerra Mondiale. Sul posto forze dell’ordine e soccorso alpino. L’ordigno è già stato fatto brillare.Fonte: http://www.tuttonotizie.info/notizie1/ultime-notizie-di/cronaca/8178-bomba-della-ii-guerra-mondiale-all-alpe-pala.html

Ordigno della II guerra mondiale inesploso trovato dai carabinieri a Motta Santa Lucia

Di Raffaele Spada MOTTA SANTA LUCIA – Trovato ordigno un bellico inesploso nelle campagne del comune di Motta Santa Lucia. La scoperta risale a qualche giorno fa e dalle prime indiscrezioni si tratterebbe di un ordigno residuato bellico, probabilmente, dell’epoca della II guerra mondiale e di nazionalità americana. Trattasi di una bomba piena di esplosivo,…

Alza una tegola e trova la granata, era in Certosa da settant’anni

Di  ALESSANDRO CORI Era lì, nascosta tra due tegole di un tetto della Certosa da settant’anni ma nessuno se n’era mai accorto: fino a giovedì mattina quando un operaio che stava facendo le pulizie l’ha notata. Una piccola granata da mortaio “Brixia”, risalente alla Seconda guerra Mondiale, è stata scoperta all’interno del cimitero. Probabilmente l’operaio…

Fatte brillare le bombe

 Di Francesco Macaluso CAVALLINO. Artificieri all’opera ieri lungo il canale Casson per far brillare ordigni risalenti alla Seconda guerra mondiale. La segnalazione della presenza delle bombe era partita più di un anno fa dai residenti che, in occasione della bassa marea, avvistavano gli ordigni coperti dalla melma. Nei giorni scorsi una serie di opere lungo…

Bomba della II Guerra Mondiale all’Alpe Pala

Ordigno bellico rinvenuto all’alpe Pala, sopra Piancavallo. Si tratterebbe di una bomba risalente alla II Guerra Mondiale. Sul posto forze dell’ordine e soccorso alpino. L’ordigno è già stato fatto brillare. Fonte:  http://www.tuttonotizie.info/notizie1/ultime-notizie-di/cronaca/8178-bomba-della-ii-guerra-mondiale-all-alpe-pala.html

Ordigno della II guerra mondiale inesploso trovato dai carabinieri a Motta Santa Lucia

Di Raffaele Spada MOTTA SANTA LUCIA – Trovato ordigno un bellico inesploso nelle campagne del comune di Motta Santa Lucia. La scoperta risale a qualche giorno fa e dalle prime indiscrezioni si tratterebbe di un ordigno residuato bellico, probabilmente, dell’epoca della II guerra mondiale e di nazionalità americana. Trattasi di una bomba piena di esplosivo,…

Via Stefana, tre bombe della Seconda Guerra Mondiale abbandonate tra i cassonetti

Brescia Depositate tra i cassonetti, per terra. Le ha trovate intorno alle 10 un operatore ecologico mentre stava facendo il solito giro di controllo nei pressi dei cassonetti dell’immondizia, dove la gente deposita in maniera inopportuna rifiuti ingombranti. Più che ingombranti però questi sono pericolosi: tre bombe calibro 75 risalenti con ogni probabilità alla Seconda…

Altomonte. Ritrovato ordigno bellico

 di Michele Martinisi.CASTROVILLARI  Oggi un intervento importante ad Altomonte, in contrada “Cocuzzo”, dove è stato rinvenuto un ordigno bellico. Subito sono scattate le operazioni previste in questo caso. I Carabinieri hanno circoscritto la zona presidiandola fino all’intervento degli artificieri che hanno come sempre avuto il supporto sanitario del 118 dell’Ospedale di Lungro. Il team, guidato dal…

Via Stefana, tre bombe della Seconda Guerra Mondiale abbandonate tra i cassonetti

Brescia Depositate tra i cassonetti, per terra. Le ha trovate intorno alle 10 un operatore ecologico mentre stava facendo il solito giro di controllo nei pressi dei cassonetti dell’immondizia, dove la gente deposita in maniera inopportuna rifiuti ingombranti. Più che ingombranti però questi sono pericolosi: tre bombe calibro 75 risalenti con ogni probabilità alla Seconda…

Altomonte. Ritrovato ordigno bellico

 di Michele Martinisi. CASTROVILLARI   Oggi un intervento importante ad Altomonte, in contrada “Cocuzzo”, dove è stato rinvenuto un ordigno bellico. Subito sono scattate le operazioni previste in questo caso. I Carabinieri hanno circoscritto la zona presidiandola fino all’intervento degli artificieri che hanno come sempre avuto il supporto sanitario del 118 dell’Ospedale di Lungro. Il team,…

Scoperto un rifugio antiaereo risale alla seconda guerra mondiale

Consegnato alla città un rifugio antiaereo della seconda guerra mondiale trovato sotto la scuola “Madre Teresa di Calcutta” di via Maqueda. L’inaugurazione è inserita nell’ambito delle attività di “Palermo apre le porte. La scuola adotta la città” e cade nel giorno del settantesimo anniversario del bombardamento che distrusse Palermo. Presenti all’inaugurazione il sindaco Leoluca Orlando…

Le bombe del 9 maggio 1943 che distrussero Palermo

L’importanza del porto di Palermo durante la seconda guerra mondiale fu tragicamente chiara a tutti i suoi abitanti. Frequenti attacchi britannici avevano mirato a interrompere il flusso di rifornimenti alle forze dell’Asse in Africa, mentre i tedeschi organizzavano una rete di sorveglianza antiaerea coordinata dalla postazione sul Monte Pellegrino. Di solito i bombardieri provenivano da…

SCAVANO PER TUMULARE UNA BARA, SPUNTA UNA BOMBA

SUSEGANA – Una bomba da cannone della prima Guerra Mondiale, modello 105, lunga 55 centimetri e con un diametro di 17: questo quanto hanno rinvenuto alcuni operai scavando nel terreno del camposanto del cimitero monumentale di Colfosco di Susegana. Proprio nel tardo pomeriggio era infatti previsto il funerale e la successiva tumulazione della salma di…

Scoperto un rifugio antiaereo risale alla seconda guerra mondiale

Consegnato alla città un rifugio antiaereo della seconda guerra mondiale trovato sotto la scuola “Madre Teresa di Calcutta” di via Maqueda. L’inaugurazione è inserita nell’ambito delle attività di “Palermo apre le porte. La scuola adotta la città” e cade nel giorno del settantesimo anniversario del bombardamento che distrusse Palermo. Presenti all’inaugurazione il sindaco Leoluca Orlando…

Le bombe del 9 maggio 1943 che distrussero Palermo

L’importanza del porto di Palermo durante la seconda guerra mondiale fu tragicamente chiara a tutti i suoi abitanti. Frequenti attacchi britannici avevano mirato a interrompere il flusso di rifornimenti alle forze dell’Asse in Africa, mentre i tedeschi organizzavano una rete di sorveglianza antiaerea coordinata dalla postazione sul Monte Pellegrino. Di solito i bombardieri provenivano da…

SCAVANO PER TUMULARE UNA BARA, SPUNTA UNA BOMBA

SUSEGANA – Una bomba da cannone della prima Guerra Mondiale, modello 105, lunga 55 centimetri e con un diametro di 17: questo quanto hanno rinvenuto alcuni operai scavando nel terreno del camposanto del cimitero monumentale di Colfosco di Susegana. Proprio nel tardo pomeriggio era infatti previsto il funerale e la successiva tumulazione della salma di…

Nasconde in casa arsenale bellico con 12 granate

Di  Mauro SartoriIn casa aveva di tutto, compreso due ordigni della Grande Guerra a gas nervino, perfettamente funzionanti, in grado di far saltare per aria l’intera contrada. E finito in manette Stefano Penzo, 36 anni, disoccupato, residente con la mamma in località Casarotti, chiamato ogni tanto per qualche lavoro socialmente utile, appassionato di eventi bellici…

Proiettili da artiglieria davanti alla Metalservice

di Silvia Bergamin CITTADELLA. Quattro proiettili di artiglieria risalenti alla seconda guerra mondiale sono stati abbandonati davanti alla Metalservice di Cittadella, azienda del Gruppo Gabrielli che ricopre un ruolo di primaria importanza nel settore degli elettrodomestici, dei componenti auto e dei motori elettrici. Sono stati trovati ieri mattina, poco prima dell’inizio del primo turno di…

Nasconde in casa arsenale bellico con 12 granate

Di  Mauro Sartori In casa aveva di tutto, compreso due ordigni della Grande Guerra a gas nervino, perfettamente funzionanti, in grado di far saltare per aria l’intera contrada. E finito in manette Stefano Penzo, 36 anni, disoccupato, residente con la mamma in località Casarotti, chiamato ogni tanto per qualche lavoro socialmente utile, appassionato di eventi…

Proiettili da artiglieria davanti alla Metalservice

di Silvia Bergamin CITTADELLA. Quattro proiettili di artiglieria risalenti alla seconda guerra mondiale sono stati abbandonati davanti alla Metalservice di Cittadella, azienda del Gruppo Gabrielli che ricopre un ruolo di primaria importanza nel settore degli elettrodomestici, dei componenti auto e dei motori elettrici. Sono stati trovati ieri mattina, poco prima dell’inizio del primo turno di…

Contro le vecchie bombe

Di Roberto Travan L’ultima bomba, in Valsusa, è esplosa un paio di mesi fa: una Breda 35, residuato bellico della Seconda Guerra mondiale. L’hanno scovata tre amici a Venaus, in una baita abbandonata. Era arrugginita, incrostata di terra, sembrava inoffensiva. Invece è saltata, le schegge hanno strappato una mano, la vista (e il futuro) di…

Contro le vecchie bombe

Di Roberto Travan L’ultima bomba, in Valsusa, è esplosa un paio di mesi fa: una Breda 35, residuato bellico della Seconda Guerra mondiale. L’hanno scovata tre amici a Venaus, in una baita abbandonata. Era arrugginita, incrostata di terra, sembrava inoffensiva. Invece è saltata, le schegge hanno strappato una mano, la vista (e il futuro) di…