Anche i ricoveri antiaerei in mostra a Torino

L’Associazione ASTEC è stata invitata a partecipare alla mostra fotografica dal titolo “LE ROVINE ESPOSTE. RUINENWERK”, prevista a far data dal 27 maggio 2013 presso gli spazi OGR (Officine Grandi Riparazioni) di via Castel Fidardo 22, Torino. L’evento è organizzato dalla Fondazione dell’Ordine dell’Architetti di Torino, a cura di Enzo Biffi Gentili con il Seminario…

24 maggio 1915, quando il Piave mormorò

«Il Piave mormorava/, calmo e placido, al passaggio/ dei primi fanti il 24 maggio». Novanta anni fa, il 24 maggio 1915, l’Italia entrava in guerra contro gli Imperi centrali, gettandosi nella Prima Guerra Mondiale dieci mesi dopo l’inizio delle ostilità in Europa. Era un lunedì. Alle 3:30, precedute dai tiri degli obici, le truppe italiane…

24 maggio 1915, quando il Piave mormorò

«Il Piave mormorava/, calmo e placido, al passaggio/ dei primi fanti il 24 maggio». Novanta anni fa, il 24 maggio 1915, l’Italia entrava in guerra contro gli Imperi centrali, gettandosi nella Prima Guerra Mondiale dieci mesi dopo l’inizio delle ostilità in Europa. Era un lunedì. Alle 3:30, precedute dai tiri degli obici, le truppe italiane…

Lago di Bolsena, recuperata la torretta dell’aereo americano inabissato nel ’44

VITERBO – Una torretta con le sue due mitragliatrici risalente alla Seconda Guerra Mondiale è stata recuperata dai sommozzatori dei vigili del fuoco di Viterbo dai fondali del lago di Bolsena. Il dispositivo, parte di un aereo inabissatosi durante il conflitto, e scoperto due anni fa da Massimiliano Bellacima, appartenente alla Scuola sub di Bolsena…

Lago di Bolsena, recuperata la torretta dell’aereo americano inabissato nel ’44

VITERBO – Una torretta con le sue due mitragliatrici risalente alla Seconda Guerra Mondiale è stata recuperata dai sommozzatori dei vigili del fuoco di Viterbo dai fondali del lago di Bolsena. Il dispositivo, parte di un aereo inabissatosi durante il conflitto, e scoperto due anni fa da Massimiliano Bellacima, appartenente alla Scuola sub di Bolsena…

Caccia alle mine dalle Spiagge bianche a Castiglioncello

ROSIGNANO. Al momento siamo rimasti a quelle undici. Ma i controlli proseguiranno finché non sarà monitorata tutta la costa dalle Spiagge bianche a Castiglioncello. Perché non fa stare tranquilli l’idea di poter mettere i piedi su una mina anticarro. Tutti si affrettano a dire che non c’è questo rischio, che quelle undici mine inesplose trovate…

Caccia alle mine dalle Spiagge bianche a Castiglioncello

ROSIGNANO. Al momento siamo rimasti a quelle undici. Ma i controlli proseguiranno finché non sarà monitorata tutta la costa dalle Spiagge bianche a Castiglioncello. Perché non fa stare tranquilli l’idea di poter mettere i piedi su una mina anticarro. Tutti si affrettano a dire che non c’è questo rischio, che quelle undici mine inesplose trovate…

Ordinanza DEL SINDACO PER l’INTERDIZIONE DELl’ARENILE in localita’ BARCACCINA a VADA PER il RITROVAMENTO di un ORDIGNO BELLICO

Comune di Rosignano MarittimoORDINANZA DEL SINDACO PER L’INTERDIZIONE DELL’ARENILE IN LOCALITA’ BARCACCINA A VADA PER IL RITROVAMENTO DI UN ORDIGNO BELLICO Questa mattina il Sindaco Alessandro Franchi ha firmato un’ordinanza, la numero 282, per interdire il passaggio dei pedoni e di qualunque mezzo meccanico ad un tratto di arenile che si trova a Vada, in…

Ordinanza DEL SINDACO PER l’INTERDIZIONE DELl’ARENILE in localita’ BARCACCINA a VADA PER il RITROVAMENTO di un ORDIGNO BELLICO

Comune di Rosignano Marittimo ORDINANZA DEL SINDACO PER L’INTERDIZIONE DELL’ARENILE IN LOCALITA’ BARCACCINA A VADA PER IL RITROVAMENTO DI UN ORDIGNO BELLICO Questa mattina il Sindaco Alessandro Franchi ha firmato un’ordinanza, la numero 282, per interdire il passaggio dei pedoni e di qualunque mezzo meccanico ad un tratto di arenile che si trova a Vada,…

Una bomba a mano in strada: intervengono i carabinieri

Una bomba a mano della seconda guerra mondiale è stata ritrovata ieri intorno alle ore 12.30 in un bosco di Barni da un uomo che ha decisio di adagiarlo fuori da un palazzo pubblico del paese per poi chiamare i carabinieri. i militari di Asso sono intervenuti e messo in sicurezza l’area e hanno attivato, tramite…

Una bomba a mano in strada: intervengono i carabinieri

Una bomba a mano della seconda guerra mondiale è stata ritrovata ieri intorno alle ore 12.30 in un bosco di Barni da un uomo che ha decisio di adagiarlo fuori da un palazzo pubblico del paese per poi chiamare i carabinieri. i militari di Asso sono intervenuti e messo in sicurezza l’area e hanno attivato, tramite…

Ritrovamento Bombe a Gaeta

Gaeta 20 maggio 2013 – “Stamane nel corso di una operazione di salpamento di materiale sommerso, l’Operatore Tecnico Subacqueo del porto di Gaeta Salvatore Gonzales individuava dei residuati bellici nel tratto di mare davanti alla Banchina Caboto. Si provvedeva immediatamente a sgomberare l’area. In particolare, si rinvenivano n° 3 bombe, presumibilmente di cannone modello Cavalli…

Detenzione illegale, indaga la Procura

 di Fabio Poloni TREVISO. Prima il dramma, poi l’indagine. Nelle prossime ore in Procura sarà depositata la denuncia dei carabinieri a carico di B. L., il collezionista di Pederobba che aveva in casa il lanciagranate con il quale Mattia Nichele si è ferito. «Un collezionista può tenere residuati bellici solamente se è in possesso di…

Ritrovamento Bombe a Gaeta

Gaeta 20 maggio 2013 – “Stamane nel corso di una operazione di salpamento di materiale sommerso, l’Operatore Tecnico Subacqueo del porto di Gaeta Salvatore Gonzales individuava dei residuati bellici nel tratto di mare davanti alla Banchina Caboto. Si provvedeva immediatamente a sgomberare l’area. In particolare, si rinvenivano n° 3 bombe, presumibilmente di cannone modello Cavalli…

Detenzione illegale, indaga la Procura

 di Fabio Poloni TREVISO. Prima il dramma, poi l’indagine. Nelle prossime ore in Procura sarà depositata la denuncia dei carabinieri a carico di B. L., il collezionista di Pederobba che aveva in casa il lanciagranate con il quale Mattia Nichele si è ferito. «Un collezionista può tenere residuati bellici solamente se è in possesso di…

Spiaggia del Morto interdetta per ordigno bellico

La Maddalena Il 20 maggio u.s., alcuni cittadini intenti in immersioni subacque nel tratto di mare antistante la spiaggia del Morto, a ponente di Abbatoggia, avrebbero rinvenuto due presunti ordigni di origine residuale bellica, aventi una lunghezza di circa 40 centimetri ed un diametro di circa 20 centimetri, adagiati su di un fondale di circa…

Spiaggia del Morto interdetta per ordigno bellico

La Maddalena Il 20 maggio u.s., alcuni cittadini intenti in immersioni subacque nel tratto di mare antistante la spiaggia del Morto, a ponente di Abbatoggia, avrebbero rinvenuto due presunti ordigni di origine residuale bellica, aventi una lunghezza di circa 40 centimetri ed un diametro di circa 20 centimetri, adagiati su di un fondale di circa…

Denunciato il collezionista di 55 anni che custodiva abusivamente il vecchio “panzerfaust” tedesco

 di Enzo FaveroPEDEROBBA. La carica esplosiva del lanciagranate tedesco gli ha provocato un buco nella coscia largo dieci centimetri e profondo quattro. Impossibile salvargli la gamba sinistra, amputata nella notte all’ospedale San Giacomo di Castelfranco Veneto dopo aver fermato la tremenda emorragia causata dalla ferita. Quel “panzerfaust”, un lanciagranate anticarro risalente alla Seconda guerra mondiale,…

Denunciato il collezionista di 55 anni che custodiva abusivamente il vecchio “panzerfaust” tedesco

 di Enzo Favero PEDEROBBA. La carica esplosiva del lanciagranate tedesco gli ha provocato un buco nella coscia largo dieci centimetri e profondo quattro. Impossibile salvargli la gamba sinistra, amputata nella notte all’ospedale San Giacomo di Castelfranco Veneto dopo aver fermato la tremenda emorragia causata dalla ferita. Quel “panzerfaust”, un lanciagranate anticarro risalente alla Seconda guerra…

Bomba del ’15-’18 riaffiora a Santa Lucia

Complice forse la pioggia incessante, è riaffiorata nei giorni scorsi in un campo al confine tra Santa Lucia e Santa Maria del Piave una bomba della Prima guerra mondiale.Un ordigno rimasto sepolto per anni, finito in quel punto durante gli anni del conflitto che ha segnato una delle pagine più tragiche del Novecento. Lanciata a…

Undici mine anticarro trovate lungo la spiaggia dei turisti

Di Anna CecchiniVADA. Undici mine anticarro “nascoste” sotto la sabbia, a poche decine di centimetri dalla superficie dove solitamente i turisti si sdraiano a prendere il sole e i bambini scavano per costruire i castelli di sabbia. Gli ordigni bellici sono stati trovati lungo l’arenile di Vada, in località Molino a fuoco. La zona, visto…

Bomba del ’15-’18 riaffiora a Santa Lucia

Complice forse la pioggia incessante, è riaffiorata nei giorni scorsi in un campo al confine tra Santa Lucia e Santa Maria del Piave una bomba della Prima guerra mondiale. Un ordigno rimasto sepolto per anni, finito in quel punto durante gli anni del conflitto che ha segnato una delle pagine più tragiche del Novecento. Lanciata…

Undici mine anticarro trovate lungo la spiaggia dei turisti

Di Anna Cecchini VADA. Undici mine anticarro “nascoste” sotto la sabbia, a poche decine di centimetri dalla superficie dove solitamente i turisti si sdraiano a prendere il sole e i bambini scavano per costruire i castelli di sabbia. Gli ordigni bellici sono stati trovati lungo l’arenile di Vada, in località Molino a fuoco. La zona,…

CONCLUSE CON SUCCESSO LE OPERAZIONI DI BONIFICA DELL’ORDIGNO BELLICO

Si sono concluse con successo alle ore 12,30 di domenica 19 maggio le operazioni di bonifica e messa in sicurezza della bomba di un aereo statunitense di 250 chili, risalente al secondo conflitto mondiale, rinvenuta nello stabilimento Nuovo Pignone di Massa.  Per seguire le diverse fasi della complessa operazione, è stata attivata l’Unità di Crisi presso la…

CONCLUSE CON SUCCESSO LE OPERAZIONI DI BONIFICA DELL’ORDIGNO BELLICO

Si sono concluse con successo alle ore 12,30 di domenica 19 maggio le operazioni di bonifica e messa in sicurezza della bomba di un aereo statunitense di 250 chili, risalente al secondo conflitto mondiale, rinvenuta nello stabilimento Nuovo Pignone di Massa.  Per seguire le diverse fasi della complessa operazione, è stata attivata l’Unità di Crisi presso la…

Rimossi sei ordigni bellici della Seconda Guerra Mondiale

A Minturno, in località Tore, sono stati trovati ben cinque ordigni, che erano nascosti in un appezzamento di terreno. Ad accorgersi della loro presenza è stato il proprietario dell’area agricola, il quale ha notato che c’era un oggetto metallico che fuoriusciva dal terreno. Una volta avvicinato ha visto che le bombe erano più di una…

Rimossi sei ordigni bellici della Seconda Guerra Mondiale

A Minturno, in località Tore, sono stati trovati ben cinque ordigni, che erano nascosti in un appezzamento di terreno. Ad accorgersi della loro presenza è stato il proprietario dell’area agricola, il quale ha notato che c’era un oggetto metallico che fuoriusciva dal terreno. Una volta avvicinato ha visto che le bombe erano più di una…

Gaeta, ordigni bellici nel porto Chiusa la banchina Caboto

Ordinanza di interdizione, questa mattina a Gaeta per la banchina Caboto sotto la quale, i sommozzatori del porto impegnati in una serie di verifiche, hanno rinvenuto ben quattro ordigni bellici di medie dimensioni disseminati in un’area di alcune centinaia di metri, adagiati sul fondo del mare. LE BOMBE NASCOSTE SOTTO LA SABBIA – Probabilmente le…

Gaeta, ordigni bellici nel porto Chiusa la banchina Caboto

Ordinanza di interdizione, questa mattina a Gaeta per la banchina Caboto sotto la quale, i sommozzatori del porto impegnati in una serie di verifiche, hanno rinvenuto ben quattro ordigni bellici di medie dimensioni disseminati in un’area di alcune centinaia di metri, adagiati sul fondo del mare. LE BOMBE NASCOSTE SOTTO LA SABBIA – Probabilmente le…

Ambulante che vende oggetti d’antiquariato sotto processo per una baionetta

Di Maurizio Vezzaro Gli antiquari sono avvertiti: mai esporre reperti bellici sulle bancarelle al mercato se non si hanno speciali autorizzazioni. Si rischia il processo. Ne sa qualcosa Lorenzo Coppero, 67 anni, residente a Diano Marina, che sta subendo un processo per possesso illegale di un’arma da guerra, una semplice baionetta, probabilmente risalente alla Prima…

I carabinieri mettono in guardia i «collezionisti»

BOLOGNA – «Ci sono persone che detengono ordigni micidiali, magari a decine e come fossero soprammobili, che possono essere molto pericolosi. Anche a distanza di 70 anni o più, infatti, possono mantenere la potenzialità esplosiva originaria». A lanciare l’allarme sono i Carabinieri di Bologna, che vogliono mettere in guardia i cittadini sulla diffusione di un…

Ambulante che vende oggetti d’antiquariato sotto processo per una baionetta

Di Maurizio Vezzaro Gli antiquari sono avvertiti: mai esporre reperti bellici sulle bancarelle al mercato se non si hanno speciali autorizzazioni. Si rischia il processo. Ne sa qualcosa Lorenzo Coppero, 67 anni, residente a Diano Marina, che sta subendo un processo per possesso illegale di un’arma da guerra, una semplice baionetta, probabilmente risalente alla Prima…

I carabinieri mettono in guardia i «collezionisti»

BOLOGNA – «Ci sono persone che detengono ordigni micidiali, magari a decine e come fossero soprammobili, che possono essere molto pericolosi. Anche a distanza di 70 anni o più, infatti, possono mantenere la potenzialità esplosiva originaria». A lanciare l’allarme sono i Carabinieri di Bologna, che vogliono mettere in guardia i cittadini sulla diffusione di un…

Rimosso l’ordigno trovato nella cala di Porto Badisco: un residuo di guerra

Rimosso l’ordigno trovato nella cala di Porto Badisco: un residuo di guerra OTRANTO – Si può tornare tranquillamente a fare il bagno, a Porto Badisco, dopo la chiusura forzata degli ultimi giorni. Questa mattina, infatti, il nucleo specializzato Sdai della marina militare di Taranto ha provveduto a bonificare il punto all’interno della cala in cui…

Rimosso l’ordigno trovato nella cala di Porto Badisco: un residuo di guerra

Rimosso l’ordigno trovato nella cala di Porto Badisco: un residuo di guerra OTRANTO – Si può tornare tranquillamente a fare il bagno, a Porto Badisco, dopo la chiusura forzata degli ultimi giorni. Questa mattina, infatti, il nucleo specializzato Sdai della marina militare di Taranto ha provveduto a bonificare il punto all’interno della cala in cui…

ESPLODE ORDIGNO BELLICO 23ENNE PERDE UNA GAMBA

PEDEROBBA – A causa delle gravi lesioni riportate sparandosi accidentalmente con un’arma, residuato bellico della seconda guerra mondiale, ha subito l’amputazione dell’arto. Troppo grave la ferita riportata ieri da un operaio 23enne di Cittadella, appassionato di rievocazioni storiche. L’episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio mentre il giovane si trovava a Pederobba, nell’abitazione di un collezionista…

ESPLODE ORDIGNO BELLICO 23ENNE PERDE UNA GAMBA

PEDEROBBA – A causa delle gravi lesioni riportate sparandosi accidentalmente con un’arma, residuato bellico della seconda guerra mondiale, ha subito l’amputazione dell’arto. Troppo grave la ferita riportata ieri da un operaio 23enne di Cittadella, appassionato di rievocazioni storiche. L’episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio mentre il giovane si trovava a Pederobba, nell’abitazione di un collezionista…

Pederobba, ragazzo di Cittadella si ferisce con ordigno bellico

Un operaio di 23 anni di Cittadella si trova ricoverato all’ospedale di Montebelluna, provincia di Treviso, con una grave ferita a una gamba. A provocarla un “Panzerfaust” risalente alla seconda guerra mondiale. Domenica pomeriggio il giovane si trovava con alcuni amici a casa di un collezionista di reperti bellici, a Pederobba. Il gruppo, appassionato di…

Pederobba, ragazzo di Cittadella si ferisce con ordigno bellico

Un operaio di 23 anni di Cittadella si trova ricoverato all’ospedale di Montebelluna, provincia di Treviso, con una grave ferita a una gamba. A provocarla un “Panzerfaust” risalente alla seconda guerra mondiale. Domenica pomeriggio il giovane si trovava con alcuni amici a casa di un collezionista di reperti bellici, a Pederobba. Il gruppo, appassionato di…

Disinnescato l’ordigno bellico della Seconda guerra mondiale

Massa, 19 maggio 2013 – Si sono concluse con successo le operazioni per disinnescare una bomba aerea ritrovata da un operaio del Pignone di Massa sotterrata in uno dei piazzali della fabbrica. La zona circostante e’ stata isolata nel raggio di 500 metri, 204 le persone evacuate. Le operazioni sono durate dalle 8 alle 10…

Disinnescato l’ordigno bellico della Seconda guerra mondiale

Massa, 19 maggio 2013 – Si sono concluse con successo le operazioni per disinnescare una bomba aerea ritrovata da un operaio del Pignone di Massa sotterrata in uno dei piazzali della fabbrica. La zona circostante e’ stata isolata nel raggio di 500 metri, 204 le persone evacuate. Le operazioni sono durate dalle 8 alle 10…

Dai fondali di Porto Badisco riemergono ordigni bellici. Pronta la bonifica.

PORTO BADISCO (Otranto) – Chi confidava nel bel tempo e nella possibilità di scendere alle cosiddette “Tagliate” di Porto Badisco per questa domenica dovrà mettere da parte le proprie attese: sono, infatti, in preparazione le operazioni di bonifica delle limpide acque della marina di Otranto: ieri mattina, infatti, gli agenti della polizia municipale della città dei Martiri hanno…

Dai fondali di Porto Badisco riemergono ordigni bellici. Pronta la bonifica.

PORTO BADISCO (Otranto) – Chi confidava nel bel tempo e nella possibilità di scendere alle cosiddette “Tagliate“ di Porto Badisco per questa domenica dovrà mettere da parte le proprie attese: sono, infatti, in preparazione le operazioni di bonifica delle limpide acque della marina di Otranto: ieri mattina, infatti, gli agenti della polizia municipale della città dei Martiri hanno…

Ordigno bellico, domenica duecento sfollati e due ore di stop dei treni

Massa, 17 maggio 2013 – Domenica mattina, dalle 8.30 alle 10 sarà sospesa la circolazione ferroviaria tra Massa e Sarzana, lungo la linea Tirrenica, per le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico della Seconda guerra mondiale, ritrovato nel comune di Massa, più o meno a metà tra Massa e Marina di Massa. Ferrovie dello Stato nè dà…

Ordigno bellico, domenica duecento sfollati e due ore di stop dei treni

Massa, 17 maggio 2013 – Domenica mattina, dalle 8.30 alle 10 sarà sospesa la circolazione ferroviaria tra Massa e Sarzana, lungo la linea Tirrenica, per le operazioni di disinnesco di un ordigno bellico della Seconda guerra mondiale, ritrovato nel comune di Massa, più o meno a metà tra Massa e Marina di Massa. Ferrovie dello Stato nè dà…

Rinvenuta una granata, i guastatori la fanno brillare

Val di Magra – Val di Vara – I militari del 32esimo reggimento Genio “Guastatori” di Torino hanno fatto brillare ieri mattina un residuato bellico della Seconda Guerra Mondiale, rinvenuto casualmente da un pensionato lo scorso 2 maggio in un terreno di sua proprietà a Valdipino, nel comune di Riccò del Golfo. Trattasi di un…

Rinvenuta una granata, i guastatori la fanno brillare

Val di Magra – Val di Vara – I militari del 32esimo reggimento Genio “Guastatori” di Torino hanno fatto brillare ieri mattina un residuato bellico della Seconda Guerra Mondiale, rinvenuto casualmente da un pensionato lo scorso 2 maggio in un terreno di sua proprietà a Valdipino, nel comune di Riccò del Golfo. Trattasi di un…

Reperti bellici della Grande Guerra

Gli oggetti, i reperti, i cimeli della prima guerra mondiale sono elementi tangibili e a loro modo emblematici di uno dei periodi più tragici e, allo stesso tempo, più entusiasmanti della nostra storia recente. Il campionario raccolto in questi anni dal vestonese Carlo Zani, Alpino e figlio di un Alpino reduce della Grande Guerra, pur…

Nessun pericolo La bomba è “vuota”

La bomba trovata da un cercatore di asparagi a Monte Argentario, nella località detta “Darsena”, non sarà più fatta esplodere: l’ordigno infatti è del tutto innocuo, privo di materiale esplosivo e pericoloso. Nessun disagio, dunque, per la popolazione, nessuna procedura di evacuazione sarà messa in atto in zona come invece successo nel caso precedente. Qualche…

Reperti bellici della Grande Guerra

Gli oggetti, i reperti, i cimeli della prima guerra mondiale sono elementi tangibili e a loro modo emblematici di uno dei periodi più tragici e, allo stesso tempo, più entusiasmanti della nostra storia recente. Il campionario raccolto in questi anni dal vestonese Carlo Zani, Alpino e figlio di un Alpino reduce della Grande Guerra, pur…