Bomba a Macerone, 400 persone da evacuare

di Cecilia Gaetani Cesena, 7 giugno 2013 – È STATO definito il piano di evacuazione per la messa in sicurezza dell’ordigno bellico da 500 libbre inesploso, lanciato durante la Seconda Guerra mondiale da un bombardiere inglese, rinvenuto in via Capannaguzzo, nella frazione di Bulgarnò, durante dei lavori di scavo. Si è svolta, infatti, ieri mattina…

Bomba a mano in cantina. Gli artificieri alla Cassina Ferrara

SARONNO – Una bomba a mano con la sicura ma ancora potenzialmente esplosiva è stata ritrovata ieri pomeriggio in una cantina di via San Dalmazio: l’ordigno è stato recuperato dagli artificieri che l’hanno fatta subito brillare in una cava a Uboldo. L’allarme è scattato intorno alle 15 quando un saronnese stava riordinando alcune scatole appartenute…

Bomba a mano in cantina. Gli artificieri alla Cassina Ferrara

SARONNO – Una bomba a mano con la sicura ma ancora potenzialmente esplosiva è stata ritrovata ieri pomeriggio in una cantina di via San Dalmazio: l’ordigno è stato recuperato dagli artificieri che l’hanno fatta subito brillare in una cava a Uboldo. L’allarme è scattato intorno alle 15 quando un saronnese stava riordinando alcune scatole appartenute…

RITROVATO ORDIGNO BELLICO SUL LUNGO MARE DI TOR SAN LORENZO

Ritrovato ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra Mondiale sul lungo mare di Tor San Lorenza ad Ardea…CitywebTv –  E’ stata rimossa dagli artificieri dell’esercito italiano la bomba di tipo mortaio di 50 millimetri risalente alla seconda guerra mondiale abbandonata sul parapetto del ponte di Tor San Lorenzo al km 23. L’ordigno abbandonato probabilmente questa mattina…

Associazione Artiglieri dona Tavole di Tiro al Forte Montecchio

di Davide TarabiniMorbegno, 6 giugno 2013 – In occasione della Festa della Repubblica del 2 giugno l’Associazione nazionale Artiglieri d’Italia sezione Valtellina ha promosso un’interessante e partecipata conferenza presso il Forte Montecchio Nord di Colico, considerata la fortezza militare della Prima Guerra Mondiale meglio conservata in Europa, da diversi anni aperta al pubblico come museo. L’Associazione…

RITROVATO ORDIGNO BELLICO SUL LUNGO MARE DI TOR SAN LORENZO

Ritrovato ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra Mondiale sul lungo mare di Tor San Lorenza ad Ardea… CitywebTv –  E’ stata rimossa dagli artificieri dell’esercito italiano la bomba di tipo mortaio di 50 millimetri risalente alla seconda guerra mondiale abbandonata sul parapetto del ponte di Tor San Lorenzo al km 23. L’ordigno abbandonato probabilmente questa…

Associazione Artiglieri dona Tavole di Tiro al Forte Montecchio

di Davide Tarabini Morbegno, 6 giugno 2013 – In occasione della Festa della Repubblica del 2 giugno l’Associazione nazionale Artiglieri d’Italia sezione Valtellina ha promosso un’interessante e partecipata conferenza presso il Forte Montecchio Nord di Colico, considerata la fortezza militare della Prima Guerra Mondiale meglio conservata in Europa, da diversi anni aperta al pubblico come museo….

Trovato ordigno bellico nel mare di Chiavari

Chiavari – Nel pomeriggio è stata segnalata ai Vigili Urbani di Chiavari la presenza di un ordigno bellico nel mare vicino alla spiaggia di Colonia Fara.Al momento non ci sono variazioni nella viabilità del tratto interessatoFonte: http://www.primocanale.it/notizie/trovato-ordigno-bellico-nel-mare-di-chiavari-125254.html

Trovato ordigno bellico nel mare di Chiavari

Chiavari – Nel pomeriggio è stata segnalata ai Vigili Urbani di Chiavari la presenza di un ordigno bellico nel mare vicino alla spiaggia di Colonia Fara. Al momento non ci sono variazioni nella viabilità del tratto interessato Fonte:  http://www.primocanale.it/notizie/trovato-ordigno-bellico-nel-mare-di-chiavari-125254.html

Bombe su Palermo, ecco perché gli alleati colpivano la montagna

 di Giampiero CannellaLa notizia di cronaca, di giovedì 30, del ritrovamento della bomba della II Guerra Mondiale su Monte Pellegrino riporta le lancette della storia alla primavera del 1943. Quel periodo segnò l’inizio della fase preparatoria per lo sbarco anglo-americano in Sicilia del luglio successivo. Per questo motivo, sulle città dell’Isola si intensificarono i raid…

Cagliari e la guerra del ’43, quelle bombe dentro casa

                          Presentato il libro di Efisio Pintor sulle tragiche giornate dei bombardamentidi Walter Porcedda CAGLIARI. «I bombardamenti erano quasi sempre di notte, almeno nella prima parte della guerra. Dormivamo vestiti per fare più in fretta a correre. Dopo l’allarme andavamo giù di corsa sino a raggiungere i piani bassi del palazzo. Le persone anziane recitavano il…

Rapporto Unicef : “dalle mine antiuomo alla malnutrizione: così i bambini diventano disabili”

ROMA – Povertà, malnutrizione, violenze fisiche, psicologiche e anche sessuali. Specialmente nei paesi poveri, i bambini disabili vivono in condizioni particolarmente critiche: una realtà che utilizzando una serie di dati e di stime provenienti da diverse fonti l’Unicef tenta di raccontare nel suo rapporto sulla condizione dell’infanzia nel mondo. I bambini disabili, viene spiegato nel…

Ritrovata una bomba a Cima Bossola

Un ordigno di fabbricazione italiana, in uso durante la seconda guerra mondiale, è stato rinvenuto nei giorni scorsi in una pietraia sulle pendici di Cima Bossola, in territorio del Comune di Rueglio, poco lontano da dove, negli anni ’60, era stato installato uno skilift poi smantellato. Ad accorgersi della presenza della granata, lunga una trentina…

Bombe su Palermo, ecco perché gli alleati colpivano la montagna

 di Giampiero Cannella La notizia di cronaca, di giovedì 30, del ritrovamento della bomba della II Guerra Mondiale su Monte Pellegrino riporta le lancette della storia alla primavera del 1943. Quel periodo segnò l’inizio della fase preparatoria per lo sbarco anglo-americano in Sicilia del luglio successivo. Per questo motivo, sulle città dell’Isola si intensificarono i…

Cagliari e la guerra del ’43, quelle bombe dentro casa

                          Presentato il libro di Efisio Pintor sulle tragiche giornate dei bombardamenti di Walter Porcedda  CAGLIARI. «I bombardamenti erano quasi sempre di notte, almeno nella prima parte della guerra. Dormivamo vestiti per fare più in fretta a correre. Dopo l’allarme andavamo giù di corsa sino a raggiungere i piani bassi del palazzo. Le persone anziane…

Rapporto Unicef : “dalle mine antiuomo alla malnutrizione: così i bambini diventano disabili”

ROMA – Povertà, malnutrizione, violenze fisiche, psicologiche e anche sessuali. Specialmente nei paesi poveri, i bambini disabili vivono in condizioni particolarmente critiche: una realtà che utilizzando una serie di dati e di stime provenienti da diverse fonti l’Unicef tenta di raccontare nel suo rapporto sulla condizione dell’infanzia nel mondo. I bambini disabili, viene spiegato nel…

Ritrovata una bomba a Cima Bossola

Un ordigno di fabbricazione italiana, in uso durante la seconda guerra mondiale, è stato rinvenuto nei giorni scorsi in una pietraia sulle pendici di Cima Bossola, in territorio del Comune di Rueglio, poco lontano da dove, negli anni ’60, era stato installato uno skilift poi smantellato. Ad accorgersi della presenza della granata, lunga una trentina…

Piazza Armerina, esplode residuato bellico della seconda guerra mondiale.

Piazza Armerina, comune in provincia di Enna è geograficamente posizionato al centro della Sicilia a pochi chilometri da Caltanisetta, Gela, Pachino e Catania.  Durante la seconda guerra mondiale, prima dello sbarco in Sicilia è sede del 16° Corpo d’Armata a difesa della Sicilia Orientale. Già dai primi bombardamenti aerei il comune di Villa del Casale…

Piazza Armerina, esplode residuato bellico della seconda guerra mondiale.

Piazza Armerina, comune in provincia di Enna è geograficamente posizionato al centro della Sicilia a pochi chilometri da Caltanisetta, Gela, Pachino e Catania.  Durante la seconda guerra mondiale, prima dello sbarco in Sicilia è sede del 16° Corpo d’Armata a difesa della Sicilia Orientale. Già dai primi bombardamenti aerei il comune di Villa del Casale…

Piazza Armerina, esplode residuato bellico della seconda guerra mondiale

di ROBERTO PALERMO  PIAZZA ARMERINA. Scoppia un residuato bellico nel bel mezzo del bosco a causa delle fiamme e gli addetti allo spegnimento dell’incendio per ragioni di sicurezza chiedono il supporto aereo. L’estate e le alte temperature sono ancora lontane, ma il bosco comunale fa registrare già il primo intervento da parte di un Canadair….

Piazza Armerina, esplode residuato bellico della seconda guerra mondiale

di ROBERTO PALERMO   PIAZZA ARMERINA. Scoppia un residuato bellico nel bel mezzo del bosco a causa delle fiamme e gli addetti allo spegnimento dell’incendio per ragioni di sicurezza chiedono il supporto aereo. L’estate e le alte temperature sono ancora lontane, ma il bosco comunale fa registrare già il primo intervento da parte di un…

Bomba tra i rifiuti

Arluno – Trentacinque centimetri di lunghezza, per un totale di sette chili di tritolo. A trovare la bomba è stato un contadino, ai margini di un vicinale dove di tanto in tanto la gente va a buttare la spazzatura. Tra calcinacci e ferrivecchi, stavolta c’era anche una bomba da mortaio con tanto di alette. Che…

Bomba tra i rifiuti

Arluno – Trentacinque centimetri di lunghezza, per un totale di sette chili di tritolo. A trovare la bomba è stato un contadino, ai margini di un vicinale dove di tanto in tanto la gente va a buttare la spazzatura. Tra calcinacci e ferrivecchi, stavolta c’era anche una bomba da mortaio con tanto di alette. Che…

Trova una bomba mentre ara il campo in zona Lame

Bologna, 1 giugno 2013 – Stava arando il suo campo quando si e’ trovato davanti una bomba da mortaio inesplosa, risalente alla Seconda guerra mondiale, ancora totalmente integra e attiva. E’ successo a due passi dal centro di Bologna, all’incrocio tra via Benazza e via Roveretolo, in zona Lame. L’uomo ha dato immediatamente l’allarme al…

Paestum, ritrovato ordigno bellico ai piedi della cinta muraria

CAPACCIO. Un ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra Mondiale è stato ritrovato, nei giorni scorsi, proprio ai piedi della cinta muraria di Paestum. Si tratta di una mina anticarro, dotata ancora d’innesco, rinvenuta durante alcune operazioni di scavo e sterramento all’interno del cantiere (nella foto) dove sono in corso i lavori di restauro del tratto…

Trova una bomba mentre ara il campo in zona Lame

Bologna, 1 giugno 2013 – Stava arando il suo campo quando si e’ trovato davanti una bomba da mortaio inesplosa, risalente alla Seconda guerra mondiale, ancora totalmente integra e attiva. E’ successo a due passi dal centro di Bologna, all’incrocio tra via Benazza e via Roveretolo, in zona Lame. L’uomo ha dato immediatamente l’allarme al…

Paestum, ritrovato ordigno bellico ai piedi della cinta muraria

CAPACCIO. Un ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra Mondiale è stato ritrovato, nei giorni scorsi, proprio ai piedi della cinta muraria di Paestum. Si tratta di una mina anticarro, dotata ancora d’innesco, rinvenuta durante alcune operazioni di scavo e sterramento all’interno del cantiere (nella foto) dove sono in corso i lavori di restauro del tratto…

In Serbia disinnescate piu di 400 mine dagli esperti russi

Gli artificieri russi durante l’ennesima fase di sminamento in Serbia, iniziata nel mese di aprile, hanno individuato e neutralizzato più di 400 ordigni esplosivi, ha dichiarato a Belgrado il responsabile del progetto Dmitry Gaponenko.La squadra di artificieri quest’anno ha lavorato su un’area di 170 chilometri quadrati a sud-est di Belgrado. Nel 2006 nella zona ci…

In Serbia disinnescate piu di 400 mine dagli esperti russi

Gli artificieri russi durante l’ennesima fase di sminamento in Serbia, iniziata nel mese di aprile, hanno individuato e neutralizzato più di 400 ordigni esplosivi, ha dichiarato a Belgrado il responsabile del progetto Dmitry Gaponenko. La squadra di artificieri quest’anno ha lavorato su un’area di 170 chilometri quadrati a sud-est di Belgrado. Nel 2006 nella zona…

Ritrovata bomba su Monte Pellegrino

Un vecchio ordigno bellico, probabilmente risalente al periodo della seconda guerra mondiale, è stato ritrovato stamattina su Monte Pellegrino. Secondo quanto scrive il sito Monreale Press, la scoperta è stata fatta dai Rangers d’Italia che hanno subito allertato la polizia. La bomba non aveva più la spoletta, ma come hanno riferito gli stessi agenti, era…

Ritrovata bomba su Monte Pellegrino

Un vecchio ordigno bellico, probabilmente risalente al periodo della seconda guerra mondiale, è stato ritrovato stamattina su Monte Pellegrino. Secondo quanto scrive il sito Monreale Press, la scoperta è stata fatta dai Rangers d’Italia che hanno subito allertato la polizia. La bomba non aveva più la spoletta, ma come hanno riferito gli stessi agenti, era…

Scopre una bomba a mano in una busta per la spesa

Giano dell’Umbria (Perugia) – Una bomba a mano dentro una busta della spesa. Autore della scoperta un uomo residente nella frazione di San Felice, che ha notato qualcosa di particolare nel suo campo ed è andato a vedere. Ha quindi aperto il sacco e si è trovato tra le mani un ordigno bellico in buono…

Villa Minozzo: va a funghi, trova una bomba a mano

VILLA MINOZZO (Reggio Emilia) – Stava tornando da una passeggiata nei boschi “Mongello” in località Case Balocchi alla ricerca di funghi quando, intorno alle 19 di ieri sera, la sua attenzione è stata attirata da uno strano oggetto nascosto tra le fronde.Una volta intuito di cosa si trattava, il 50enne originario di Villa Minozzo ha…

Scopre una bomba a mano in una busta per la spesa

Giano dell’Umbria (Perugia) – Una bomba a mano dentro una busta della spesa. Autore della scoperta un uomo residente nella frazione di San Felice, che ha notato qualcosa di particolare nel suo campo ed è andato a vedere. Ha quindi aperto il sacco e si è trovato tra le mani un ordigno bellico in buono…

Villa Minozzo: va a funghi, trova una bomba a mano

VILLA MINOZZO (Reggio Emilia) – Stava tornando da una passeggiata nei boschi “Mongello” in località Case Balocchi alla ricerca di funghi quando, intorno alle 19 di ieri sera, la sua attenzione è stata attirata da uno strano oggetto nascosto tra le fronde.Una volta intuito di cosa si trattava, il 50enne originario di Villa Minozzo ha…

GAETA, RECUPERATI NEL PORTO ORDIGNI ASSEDIO 1860: DOMANI SARANNO BRILLATI

Per un secolo e mezzo in fondo al mare hanno mantenuto il loro potenziale esplosivo. Oggi, tre ordigni bellici risalenti, secondo gli esperti della capitaneria di Porto di Gaeta, all’assedio della città fatto dalle truppe Piemontesi nel 1860, sono state recuperate dal fondale di fronte alla banchina Caboto, che per circa dieci giorni è stata…

GAETA, RECUPERATI NEL PORTO ORDIGNI ASSEDIO 1860: DOMANI SARANNO BRILLATI

Per un secolo e mezzo in fondo al mare hanno mantenuto il loro potenziale esplosivo. Oggi, tre ordigni bellici risalenti, secondo gli esperti della capitaneria di Porto di Gaeta, all’assedio della città fatto dalle truppe Piemontesi nel 1860, sono state recuperate dal fondale di fronte alla banchina Caboto, che per circa dieci giorni è stata…

Volontariato per la raccolta dei rifiuti abbandonati: rinvenuto anche un ordigno bellico

L’Associazione Nazionale Libera Caccia di Massa Marittima con Comune di Massa Marittima, Coseca, Circolo Caccia di Monterotondo, Tiemme S.p.a, Montieri in Quad e Moto Gruppo Alcole, ha effettuato un’operazione di ripulitura delle zone limitrofe alla S.R 439 nel Comune di Massa Marittima. Erano presenti l’Assessore comunale all’ambiente Giacomo Michelini che, con guanti e sacchi alla mano,…

Ordigno bellico in un campo a San Marcellino

San Marcellino, al prolungamento di via Starza, i Carabinieri della Stazione di Trentola Ducenta, a seguito di una segnalazione pervenuta da un cittadino, hanno rinvenuto, all’interno di un fondo agricolo, confinante con il comune di Casapesenna, un ordigno bellico inesploso verosimilmente, un proiettile da mortaio della lunghezza di circa 30 cm. e risalente all’ultimo conflitto…

Volontariato per la raccolta dei rifiuti abbandonati: rinvenuto anche un ordigno bellico

L’Associazione Nazionale Libera Caccia di Massa Marittima con Comune di Massa Marittima, Coseca, Circolo Caccia di Monterotondo, Tiemme S.p.a, Montieri in Quad e Moto Gruppo Alcole, ha effettuato un’operazione di ripulitura delle zone limitrofe alla S.R 439 nel Comune di Massa Marittima. Erano presenti l’Assessore comunale all’ambiente Giacomo Michelini che, con guanti e sacchi alla mano,…

Ordigno bellico in un campo a San Marcellino

San Marcellino, al prolungamento di via Starza, i Carabinieri della Stazione di Trentola Ducenta, a seguito di una segnalazione pervenuta da un cittadino, hanno rinvenuto, all’interno di un fondo agricolo, confinante con il comune di Casapesenna, un ordigno bellico inesploso verosimilmente, un proiettile da mortaio della lunghezza di circa 30 cm. e risalente all’ultimo conflitto…

Bedero Valcuvia, trovati in un campo due ordigni inesplosi

L’uomo non ha subito capito che si trattava di panetti di tritolo con detonatore, così li ha raccolti e portati a casa, poi dai carabinieri. Verranno fatti brillare Bedero Valcuvia, 28 Maggio 2013 – Qualche ora fa, a Bedero Valcuvia, in località Sirti,  in una zona boschiva, il proprietario dell’ area dove si trova un’azienda agricola,  mentre…

Bedero Valcuvia, trovati in un campo due ordigni inesplosi

L’uomo non ha subito capito che si trattava di panetti di tritolo con detonatore, così li ha raccolti e portati a casa, poi dai carabinieri. Verranno fatti brillare Bedero Valcuvia, 28 Maggio 2013 – Qualche ora fa, a Bedero Valcuvia, in località Sirti,  in una zona boschiva, il proprietario dell’ area dove si trova un’azienda agricola,  mentre…

Bomba da mortaio trovata a Massa Marittima

Un ordigno bellico, una bomba da mortaio, è stato trovato durante la pulizia di un bosco a Ghirlanda presso Massa Marittima (Grosseto) dai volontari che prendevano parte alla Giornata Ecologica organizzata dal circolo Libera Caccia. La bomba quasi sicuramente è della Seconda guerra mondiale. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno messo in sicurezza…

Bomba da mortaio trovata a Massa Marittima

Un ordigno bellico, una bomba da mortaio, è stato trovato durante la pulizia di un bosco a Ghirlanda presso Massa Marittima (Grosseto) dai volontari che prendevano parte alla Giornata Ecologica organizzata dal circolo Libera Caccia. La bomba quasi sicuramente è della Seconda guerra mondiale. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno messo in sicurezza…

Ordigno bellico, ai Cappuccini strada chiusa

di  Stefano Fonsato Vercelli Via Thaon de Revel, la strada che taglia in due il rione Cappuccini, è stata chiusa al traffico dopo il ritrovamento di quello che sembra un ordigno bellico, all’interno di un giardino.La polizia e i vigili urbani hanno transennato l’area in attesa dell’arrivo degli artificieri: i militari dovranno stabilire se si…

Ordigno bellico, ai Cappuccini strada chiusa

di  Stefano Fonsato Vercelli Via Thaon de Revel, la strada che taglia in due il rione Cappuccini, è stata chiusa al traffico dopo il ritrovamento di quello che sembra un ordigno bellico, all’interno di un giardino. La polizia e i vigili urbani hanno transennato l’area in attesa dell’arrivo degli artificieri: i militari dovranno stabilire se…

In casa proiettili di guerra, gradese assolto

Se un proiettile è inutilizzabile non può essere considerato alla pari della detenzione di un’arma da guerra. Con una sentenza che l’avvocato Roberto Cianci, difensore dell’imputato, dichiara essere oltre che ragionevole anche innovativa, il Tribunale di Gorizia ha assolto un giovane pescatore gradese, il ventiduenne Simone Corazza, che era stato accusato di detenzione di armi…

In casa proiettili di guerra, gradese assolto

Se un proiettile è inutilizzabile non può essere considerato alla pari della detenzione di un’arma da guerra. Con una sentenza che l’avvocato Roberto Cianci, difensore dell’imputato, dichiara essere oltre che ragionevole anche innovativa, il Tribunale di Gorizia ha assolto un giovane pescatore gradese, il ventiduenne Simone Corazza, che era stato accusato di detenzione di armi…

I LANCEDELLI, UNA FAMIGLIA DI RECUPERANTI

di Roberta Piger  Cercare, dissotterrare, recuperare. Una professione scelta? Non proprio. L’attività di “recuperante” nasce in seguito ai drammatici eventi causati dalla Grande Guerra. Una guerra mondiale prepotente, dalle mani lunghe, che in un giorno di maggio del 1915 raggiunse anche Cortina d’Ampezzo, a quel tempo “Ampezzo”, tranquillo paese ladino amministrato dall’Impero Austrungarico. Bella sfortuna…