Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

News

Ognuno recita il proprio ruolo, immerso in quella divina sensazione di devozione allo scopo comune: la realizzazione di un'opera d'arte, che anche la bonifica bellica sa idealizzare.

Arezzo, bomba a mano ritrovata durante lavori nella canonica sulla Montagna di Cortona

Categories: Bonifica perché

Esercito Italiano

Comando Forze Operative Nord di PadovaComando Forze Operative Sud di NapoliComando Truppe Alpine

PratoSienaFirenzeLuccaPisaMassa-CarraraLivornoGrossetoPistoia

ArezzoCortona

Bomba della seconda guerra mondiale trovata durante i lavori di manutenzione di una canonica in provincia di Arezzo. E’ successo a Ruffignano località del comune di Cortona. L’ordigno, inesploso, è stato neutralizzato dagli artificieri dell’Esercito di Piacenza (2° Reggimento Genio Pontieri” di PiacenzaComando Forze Operative Nord di Padova). Il residuato bellico è stato trovato nella località della Montagna Cortonese durante i lavori del cantiere edile: la ditta incaricata della ristrutturazione ha rinvenuto un oggetto metallico che ha allarmato immediatamente gli operai e che li ha indotti a segnalare il ritrovamento alle Forze dell’Ordine. A seguito della segnalazione, i Carabinieri di Cortona hanno immediatamente raggiunto il posto e successivamente messo in sicurezza l’area. Dopo il sopralluogo e gli accertamenti del caso si è scoperto che era una bomba a mano, nello specifico un modello N°36 di fabbricazione inglese, risalente al secondo conflitto mondiale. Nella mattinata di oggi, giovedì 1°aprile 2021, gli artificieri del secondo Reggimento Genio Pontieri hanno raggiunto il luogo del ritrovamento provvedendo, dopo aver messo in sicurezza l’ordigno, al brillamento in un sito idoneo.  Il ritrovamento di questi ordigni – spiegano gli artificieri – è ancora oggi una minaccia in quanto tali oggetti risultano essere deteriorati dal tempo ed ancora più pericolosi alle sollecitazioni esterne. Per questa motivo, chiunque si imbatta in ordigni o presunti tali non deve mai toccarli ma avvisare prontamente le Forze dell’Ordine.

Foto-Fonte: https://corrierediarezzo.corr.it/news/arezzo/26752654/arezzo-cortona-ruffignano-bomba-a-mano-seconda-guerra-mondiale-bomba-a-mano-piacenza.html

È importante ricordare che, in casi analoghi, è fondamentale evitare di avvicinarsi a congegni esplosivi per la loro potenziale pericolosità e informare immediatamente le Forze di Polizia

Valle d’AostaPiemonte, LiguriaLombardiaTrentino-Alto AdigeVeneto,

Friuli-Venezia GiuliaEmiliaRomagna, ToscanaUmbriaMarcheLazioAbruzzoMolise

CampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
181125021-be5e8b2f-9d14-4670-b54c-6dc726af9838